La Storia

La Tenuta con al centro una villa residenza d'epoca si estende su una superficie di 48ha con vigneti e oliveti. A 5 km da Frascati, 18 da Roma, nella zona dei Castelli Romani la Tenuta di Pietra Porzia ha 37ha di vigneto per la produzione di Frascati e Castelli Romani rosso, 9ha di oliveto da cui si produce olio extravergine, un agriturismo con ristorante, 12 camere e piscina.

La storia inizia nel lontano 496 A.C., in un grande anfiteatro con al centro il lago Regillo, Romani e Latini si affrontano in una dura battaglia; nel momento decisivo scendono dal cielo Dioscuri, figli gemelli di Giove, e portano i Romani alla vittoria!

Il teatro della battaglia è oggi la Tenuta di Pietra Porzia, un rio al centro della proprietà ricorda l'antico lago, la grotta dai lunghi corridoi scavati forse 2000 anni fa, testimonia una tradizione agricola che nel 1714 vedeva l'azienda divisa fra le proprietà papali di Clemente XI e i principi Colonna e Borghese. La data del 1892 incisa nei mattoni ricorda la nascita della cantina moderna che sostituisce l'antica scavata nel tufo di epoca romana.

Con il nonno degli attuali proprietari, i Giulini, l'azienda, 48 ettari a corpo unico, prende l'aspetto attuale con il grande vigneto e l'uliveto nella parte alta dell'anfiteatro.
I 37 ettari di vigneto sono piantati a Malvasia del Lazio e Candia, Trebbiano Toscano, Greco e Bombino, usati nel Frascati d.o.c., Montepulciano, Merlot e Lecinaro per il Castelli Romani Rosso.

11 ettari sono piantati a Frantoio, Leccino e Moraiolo e la varietà locale Carboncella per l'olio d'oliva extra-vergine.

Nel 1945 una villa oggi dimora storica, viene costruita dall'architetto Luccichenti in posizione dominante con una vista mozzafiato, che spazia da Roma a Tivoli, ai Castelli Romani, a Monteporzio e Frascati.

Oggi la villa e la foresteria sono state trasformate in un agriturismo con 12 camere, un ristorante tipico e una piscina a disposizione di chi vuole riscoprire la bellezza di un paesaggio intatto nella campagna romana.
Alla stessa proprietà fa capo un'altra bellissima azienda viticola con agriturismo a Novi Ligure (Piemonte) www.tenutalamarchesa.it e la collezione di moda Liolà www.liola.it

Tenuta di Pietra Porzia, il vigneto
Il vigneto

I filari perfettamente allineati del vigneto occupano le prime colline e l'intera vallata dell'antico lago Regillo, famoso per la battaglia vinta nel 496 a.C. dai romani con l'aiuto dei Dioscuri, i due gemelli figli di Giove, riprodotti nell'etichetta delle bottiglie. Si estende per 37 ettari piantati utilizzando per il Frascati doc, Malvasia del Lazio, Candia, Trebbiano, Greco, Bombino e per i rossi, Montepulciano, Merlot, Lecinaro.

Tenuta di Pietra Porzia, l'oliveto

Tenuta di Pietra Porzia, l'oliveto

11 ettari di uliveto occupano la parte collinare intorno alla villa e sono piantati con: Frantoio, Leccino, Moraiolo, Rosciola e Carboncella, la varietà più tipica della zona.

Tenuta di Pietra Porzia, la vasca di raccolta

Tenuta di Pietra Porzia, la vasca di raccolta

La vasca di raccolta delle acque di una sorgente naturale perenne, situata nella proprietà, è stata realizzata nel 1892 assieme alla cantina.

Tenuta di Pietra Porzia, il viale dei cipressi

Tenuta di Pietra Porzia, il viale dei cipressi

Un viale di cipressi secolari di quasi 1 km porta dalla cantina all'agriturismo situato nella villa e nella foresteria.

Tenuta di Pietra Porzia, il frantoio

Tenuta di Pietra Porzia, il frantoio

Nel 2000 è stato realizzato un frantoio aziendale per la spremitura a freddo unicamente delle olive dell'azienda. L'olio ottenuto ricco di profumi a bassissima acidità, ha già ricevuto numerosi riconoscimenti di qualità, ed è stato premiato con le 2/3 olive nelle guide Slow Food.

Tenuta di Pietra Porzia, la villa

Tenuta di Pietra Porzia, la villa

Costruita subito dopo l'ultima guerra, è un raro esempio di grande villa di campagna post-moderna, dovuta al progetto di Luccichenti, grande architetto dell'epoca, che ne ha anche disegnato il giardino circostante, aperto come un palcoscenico sulla campagna romana.

Tenuta di Pietra Porzia, la foresteria

Tenuta di Pietra Porzia, la foresteria

La foresteria della villa, costruita verso il 1850, è stata restaurata nelle forme originali.

Tenuta di Pietra Porzia, la cantina antica

Tenuta di Pietra Porzia, la cantina antica

L'antica cantina è formata da numerose gallerie, per uno sviluppo di 400 m, scavate nel tufo a 10 m di profondità, forse 2000 anni fa. Nelle gallerie delle nicchie ospitavano 120 botti da 10 quintali cadauna. Un accurato restauro ha permesso l'integrale recupero della cantina, oggi usata per visite e degustazioni.

Tenuta di Pietra Porzia, la cantina

Tenuta di Pietra Porzia, la cantina

L'architettura della cantina, datata 1892, situata all'ingresso dell'azienda, si inserisce perfettamente nel paesaggio.

Tenuta di Pietra Porzia, il vigneto
Il vigneto

I filari perfettamente allineati del vigneto occupano le prime colline e l'intera vallata dell'antico lago Regillo, famoso per la battaglia vinta nel 496 a.C. dai romani con l'aiuto dei Dioscuri, i due gemelli figli di Giove, riprodotti nell'etichetta delle bottiglie. Si estende per 37 ettari piantati utilizzando per il Frascati doc, Malvasia del Lazio, Candia, Trebbiano, Greco, Bombino e per i rossi, Montepulciano, Merlot, Lecinaro.

Tenuta di Pietra Porzia, l'oliveto

Tenuta di Pietra Porzia, l'oliveto

11 ettari di uliveto occupano la parte collinare intorno alla villa e sono piantati con: Frantoio, Leccino, Moraiolo, Rosciola e Carboncella, la varietà più tipica della zona.

Tenuta di Pietra Porzia, la vasca di raccolta

Tenuta di Pietra Porzia, la vasca di raccolta

La vasca di raccolta delle acque di una sorgente naturale perenne, situata nella proprietà, è stata realizzata nel 1892 assieme alla cantina.

Tenuta di Pietra Porzia, il viale dei cipressi

Tenuta di Pietra Porzia, il viale dei cipressi

Un viale di cipressi secolari di quasi 1 km porta dalla cantina all'agriturismo situato nella villa e nella foresteria.

Tenuta di Pietra Porzia, il frantoio

Tenuta di Pietra Porzia, il frantoio

Nel 2000 è stato realizzato un frantoio aziendale per la spremitura a freddo unicamente delle olive dell'azienda. L'olio ottenuto ricco di profumi a bassissima acidità, ha già ricevuto numerosi riconoscimenti di qualità, ed è stato premiato con le 2/3 olive nelle guide Slow Food.

Tenuta di Pietra Porzia, la villa

Tenuta di Pietra Porzia, la villa

Costruita subito dopo l'ultima guerra, è un raro esempio di grande villa di campagna post-moderna, dovuta al progetto di Luccichenti, grande architetto dell'epoca, che ne ha anche disegnato il giardino circostante, aperto come un palcoscenico sulla campagna romana.

Tenuta di Pietra Porzia, la foresteria

Tenuta di Pietra Porzia, la foresteria

La foresteria della villa, costruita verso il 1850, è stata restaurata nelle forme originali.

Tenuta di Pietra Porzia, la cantina antica

Tenuta di Pietra Porzia, la cantina antica

L'antica cantina è formata da numerose gallerie, per uno sviluppo di 400 m, scavate nel tufo a 10 m di profondità, forse 2000 anni fa. Nelle gallerie delle nicchie ospitavano 120 botti da 10 quintali cadauna. Un accurato restauro ha permesso l'integrale recupero della cantina, oggi usata per visite e degustazioni.

Tenuta di Pietra Porzia, la cantina

Tenuta di Pietra Porzia, la cantina

L'architettura della cantina, datata 1892, situata all'ingresso dell'azienda, si inserisce perfettamente nel paesaggio.